Mercato immobiliare nel 2014 e 2015: sensibile miglioramento!

Napoli, 31/08/2015

 

L’Istat: torna il segno positivo

Dopo i dati degli operatori e quelli ufficiali dell’Agenzia delle Entrate (+3,6% nel 2014 su base annua negli scambi residenziali) arriva la conferma dell’Istat: dopo sette anni di crisi, gli scambi tornano a risalire, confermando i dati dei singoli trimestri. Ma si resta lontano dai livelli pre-crisi. Le compravendite immobiliari – comunica l’Istat – ammontano complessivamente a 594.431, pertanto registrano una crescita dell'1,6%. 

Le grandi città stanno trainando la crescita, l’istat prende in considerazione alla fonte i dati degli archivi distrettuali notarili: prendendo in considerazione tutte le tipologie di compravenduto, la crescita è del 2,9%, a fronte del +0,6% dei piccoli centri. L’andamento del mercato immobiliare vede dati positivi su tre trimestri su quattro del 2014 e due su due nel 2015 2014 IV trimestre (168.456 convenzioni, +4,9% sullo stesso trimestre del 2013), positivo così come quelli del primo (+1,3%) e del terzo (+3,7%) mentre nel secondo trimestre si era registrato un calo del 3,1% mentre per l’anno in corso sono già in ulteriore crescita le stime.

Bisogna tener conto però che l’aumento dei prezzi non va di pari passo con l’aumento delle compravendite, per quanto riguarda i prezzi delle grandi città essi risultano pressoché stabili o livellati verso il basso. Per rivedere i prezzi “pre-crisi” bisognerà attendere ancora qualche anno.


Amm.Emanuele Savarese